SICILIA, VAL DI NOTO E PATRIMONI UNESCO

ITALIA

icona orologio 7 GIORNI
minimo 8 massimo 14 partecipanti
icona valigia PARTENZE:

    2019

  • Dal   11  novembre    al   17  novembre  
  • 2020

  • Dal   23  marzo    al   29  marzo  
  • Dal   27  aprile    al   3  maggio  
Sistemazioni
Land Expeditions - Viaggi con Esperto

C’è Siracusa, il centro più importante della Magna Grecia, con il suo Parco Archeologico. E Noto, soprannominata “giardino di pietra” per la magnificenza delle chiese e dei palazzi nobiliari. E ancora: Palazzolo Acreide, città barocca dalle radici greche. E Ragusa Ibla, Scicli e Modica. Tappe di un viaggio alla scoperta di un territorio ricco di cultura e paesaggi bucolici, tra storie e curiosità locali. E che non si limita a ricercare capolavori - continua -

A PARTIRE DA: 1.730 €


ITINERARIO

Arrivo in autonomia all'aeroporto di Catania e trasferimento libero a Siracusa.

Sistemazione nel centro storico di Siracusa.

Cena libera.

 

Colazione a buffet in hotel e incontro con il nostro esperto locale.

In mattinata visiteremo Siracusa, città fondata dai Corinzi intono al 734 a.C. che vanta una storia millenaria. Già in età classica, infatti, Siracusa era una delle più vaste e potenti metropoli affacciate sul Mediterraneo, sede di uno dei più importanti poli commerciali dell’epoca e patria di illustri artisti e filosofi. Diverse dominazioni si sono avvicendate su questa città: conquistata da Roma nel 212 a.C., Siracusa divenne capitale dell’Impero Bizantino nel corso del VI secolo, e in seguito assoggettata dagli arabi, nell’878. Il centro storico della città custodisce chiese e palazzi che rappresentano alcune tra le massime espressioni dello stile barocco.

Oggi, la città vecchia, Ortigia, e il suo grande Parco Archeologico sono tappe essenziali di qualsiasi viaggio in Sicilia.

Nel corso nostra passeggiata visiteremo i resti del tempio di Apollo (565 a.C. circa) il primo tempio in stile dorico ad essere stato costruito dai Greci in Sicilia. Passando da Piazza Archimede arriveremo a Piazza del Duomo per ammirarne la splendida facciata, una delle più importanti opere del barocco italiano, ricostruita dopo che il terremoto del 1693 distrusse quella normanna. Nel corso della mattinata visiteremo anche lo splendido parco archeologico della Neapolis, un’area naturale dove si possono osservare reperti appartenenti alle diverse epoche della storia siracusana: si tratta di una delle zone archeologiche più importanti della Sicilia e tra le più vaste di tutto il Mediterraneo. Appena entrati ci troveremo di fronte ad uno dei reperti più importanti: l'ara di Gerona II (241-217 a.C.), ampio altare sacrificale dove venivano immolati fino a 350 tori al giorno, che con i suoi 200 metri di lunghezza era il più grande di tutta la Magna Grecia. Sopravvissuto in splendide condizioni è il Teatro Greco, un anfiteatro sbozzato nella pietra, tra i più grandi e spettacolari del mondo antico: iniziato nel VI sec a.C., fu ampliato nel tempo perché arrivasse a contenere fino a 15.000 spettatori. In quest'area si trova anche la Latomia del Paradiso, la più estesa delle cave locali da cui si estraeva il calcare per la costruzione della città antica e per le esportazioni nei vari porti del Mediterraneo. Qui entreremo nella gigantesca caverna chiamata Orecchio di Dionisio, grotta artificiale alta 23 metri scavata nel calcare, che grazie alla sua forma possiede caratteristiche acustiche tali da amplificare i suoni fino a 16 volte.

 

Rientro a Siracusa.

Cena libera e pernottamento.

 

Colazione in hotel.

L’intera giornata sarà dedicata alla visita di Noto, città conosciuta come “la capitale del Barocco”, il cui centro storico è stato dichiarato Patrimonio dell'Umanità da parte dell'UNESCO nel 2002.

Il sito originario della città, Noto antica, si trova 8 km più a nord, sul monte Alveria. Nel 1693 la città venne distrutta dal terremoto del Val di Noto: fu Giuseppe Lanza, duca di Camastra, a stabilire che la città venisse ricostruita più a valle, sul declivio del monte Meti. Diverse personalità intervennero nel piano di ricostruzione della città: ingegneri militari, matematici e architetti quali Rosario Gagliardi, Paolo Labisi, Vincenzo Sinatra e Antonio Mazza realizzarono il piano urbanistico del nuovo centro urbano, e nel corso di tutto il XVIII secolo maestranze e capimastri lavorarono agli splendidi edifici che oggi possiamo ammirare in tutto il loro splendore. Passeggiando per le vie del centro cittadino visiteremo i luoghi più suggestivi della perla barocca, ricamata nel tenero calcare mielato.

Ci fermeremo poi per una visita a  Palazzo Nicolaci di Villadorata, i cui balconi sono decorati da sirene, sfingi, ippogrifi, cavalli alati e altre pittoresche creature mitologiche, racchiuse dalle sinuose inferriate ricurve.

 

Rientro a Siracusa.

Cena libera e pernottamento.

 

Colazione in hotel e incontro con il nostro esperto locale.

Spostamento in bus privato per la visita a Palazzolo Acreide, città barocca dalle radici greche situata nei Monti Iblei e Patrimonio UNESCO dal 2002 insieme al Val di Noto.

La nostra visita inizierà da Akrai, antica sub-colonia greca fondata dai corinzi giunti nei territori siciliani intorno al 663 a. C.: si tratta di uno dei parchi archeologici più suggestivi della zona, dove osserveremo il teatro, il bouleuterion e le latomie dell’intagliata e dell’intagliatella.

Gli scavi archeologici di inizio Ottocento hanno riportato alla luce anche il teatro dell’antica cittadina, piccolo ma in ottimo stato di conservazione. A est del teatro sorgono le latomie dell’Intagliata e dell’Intagliatella, cave di pietra trasformate in sepolcreti e abitazioni in epoca cristiana e bizantina.

Passeggiando tra gli scorci suggestivi e gli edifici barocchi di Palazzolo Acreide andremo alla scoperta dei suoi luoghi e dei suoi monumenti più significativi: giunti nel cuore della città visiteremo la Casa Museo Antonio Uccello, dove sono conservate straordinarie testimonianze della civiltà Iblea.

 

Rientro a Siracusa.

Cena libera e pernottamento.

Colazione in hotel e incontro con il nostro esperto locale.

In mattinata ci sposteremo a sud per una passeggiata nella Riserva naturale di Vendicari: una facile escursione ci porterà ad attraversare la Riserva, ricca di testimonianze: al suo interno si trovano infatti diversi insediamenti archeologici e architettonici, come ad esempio Torre Sveva e i resti di un antico stabilimento di età ellenistica utilizzato per la lavorazione del pesce.

Ci sposteremo poi ancora più a sud per scoprire Marzamemi, uno dei borghi marinari più belli d'Italia.

Nel pomeriggio, visiteremo la Villa romana del Tellaro ricca residenza di tarda età Imperiale romana.

 

Rientro a Siracusa.

Cena libera e pernottamento.

Colazione in hotel e incontro con il nostro esperto locale.

In mattinata visiteremo Ragusa Ibla, il quartiere più antico del centro storico di Ragusa, che distrutto dopo il terremoto del 1693, venne in seguito ricostruito secondo il gusto del tardo Barocco. A Ragusa Ibla si trovano la maggior parte dei monumenti ragusani oggi iscritti nel patrimonio dell'umanità come il duomo di San Giorgio, antica chiesa madre della città,  o la chiesa delle Sante anime del Purgatorio, che edificata su iniziativa della famiglia Mazza nella seconda metà del XVII secolo, fu una delle poche chiese ragusane a resistere al terribile terremoto del 1693.

A est del centro storico si trova il Giardino Ibleo, il più antico dei quattro giardini principali presenti a Ragusa.

Nel pomeriggio ci sposteremo a Modica, città famosa in tutto il mondo per le sue specialità gastronomiche nate dalla contaminazione delle culture che nei secoli l’hanno dominata. Dal 2002, insieme ad altri centri del Val di Noto, Modica è stata inclusa nella lista dei Patrimoni dell’Umanità dell’UNESCO.

Nel corso della nostra visita ci fermeremo ad assaggiare il famosissimo cioccolato di Modica, ottenuto attraverso un processo unico di lavorazione a freddo che vanta origini antichissime: pare infatti che questa tecnica sia stata introdotta a Modica dagli spagnoli, i quali, a loro volta, l’avrebbero appresa dagli Aztechi.

 

Rientro a Siracusa.

Cena libera e pernottamento.

Partenza.


 

 

 

 

1. il Barocco di Noto 2. Siracusa, Duomo 3. Marzamemi, la Cialoma

 

 

APPROFONDIMENTI DI VIAGGIO

 L’itinerario prevede spostamenti a piedi e passeggiate che non richiedono particolare allenamento.Le soste pranzo si effettuano in pasticcerie, gastronomie o trattorie per gustare i piatti tipici della tradizione locale.L’ordine delle visite potrebbe subire piccole variazioni in funzione degli orari di apertura/chiusura dei vari siti culturali inclusi nel programma. L’aeroporto di Catania è collegato con la città di Siracusa con: 1) bus-navetta (percorrenza - CONTINUA -

NATIONAL GEOGRAPHIC DIFFERENCE

  • Ad accompagnare il gruppo c’è un Esperto Kel 12
  • Si visitano numerose località patrimonio Unesco, da Noto a Ragusa fino a Modica
  • Durante il tour, la guida arricchisce l’esperienza con storie e curiosità locali

ESPERTI

  

CORRADO ARATO

  • Dal 11  novembre  2019 al 17  novembre  2019
  • Dal 23  marzo  2020 al 29  marzo  2020
  • Dal 27  aprile  2020 al 3  maggio  2020

GALLERY

Richiedi preventivo








Data Partenza:

Ho preso visione dell'informativa sulla privacy e presto il consenso a Kel 12 Tour Operator S.r.l. per il trattamento dei miei dati personali."
Presto il consenso al trattamento dei miei dati personali per l'invio tramite sms e/o e-mail di comunicazioni informative e promozionali.
Presto il consenso al trattamento dei miei dati personali per l’iscrizione al servizio di invio newsletter in relazione alle iniziative proprie e/o di società controllate e/o collegate, nonché del nostro partner ufficiale National Geographic Partners LLC.